Settantamila euro in più rispetto al 2015 di cui cinquantamila già in cassa, e un trend positivo che conferma Jesolo come una delle mete più ricercate nel panorama dell’Alto Adriatico. Si stanno concludendo le operazioni per l’incasso della tassa di soggiorno versata dai milioni di turisti che hanno affollato la località balneare e le sue strutture ricettive nella stagione estiva.

I dati a disposizione attualmente dell’ufficio turismo del Comune parlano di 2.796.635,59 euro già versati ai quali si dovrebbero aggiungere circa altri 20mila euro. Un quadro complessivo molto positivo nel quale la parte del leone la fanno ovviamente gli hotel con 2.270.851 euro, di cui 1.185.867 euro frutto del gettito degli hotel a 3 stelle e 891.702 da quelli a 4 stelle. Segue poi la categoria dei campeggi con 231.467 euro e, infine, quello del cosiddetto extralberghiero che comprende affittacamere, B&B, Agriturismo e agenzie immobiliari.

 

Fonte