Tassa di soggiorno Roma

Scopriamo tutti gli adempimenti da effettuare per il pagamento della tassa di soggiorno Roma

 

 

Cosa è la tassa di soggiorno?

Il contributo di soggiorno è l’imposta applicata ai turisti che soggiornano all’interno di una struttura ricettiva ubicata all’interno del territorio di un Comune a vocazione turistica. Il contributo di soggiorno deve essere ben identificato da una normativa specifica e deve essere regolamentato dal comune turistico che ha scelto di applicarlo.

 

 

Quali strutture sono tenute al versamento?

I soggetti tenuti alla riscossione del contributo di soggiorno, in qualità di agenti contabili, sono tutte le tipologie di strutture ricettive, sia alberghiere, come hotel, b&b, case vacanze, che extra alberghiere, come il caso delle locazioni turistiche brevi.

 

a) gli Affittacamere, rinominati “Guest House o Affittacamere”;
b) gli Ostelli, rinominati “Ostelli per la Gioventù”;
c) l’introduzione degli “Hostel o Ostelli” che, a differenza degli Ostelli per la Gioventù,
sono strutture attrezzate gestite in forma imprenditoriale;
d) le “Case e appartamenti per vacanze”, per le quali è previsto che nella Città
metropolitana di Roma Capitale e a Roma Capitale, la durata dei relativi contratti di
affitto è determinata in un periodo non inferiore a tre giorni e non superiore a tre mesi
consecutivi;
e) i Bed & Breakfast, che sono previsti anche nella gestione in forma imprenditoriale,
con la precisazione che per entrambe le forme di gestione (imprenditoriale e non) vi è
l’obbligo per il titolare di risiedere nella struttura;
f) l’introduzione delle Country House o Residenze di Campagna, situate al di fuori dei
centri urbani e del territorio di Roma Capitale, in contesti rurali in prossimità o
all’interno di aree naturalistiche, ambientali e culturali, la cui la gestione è in forma
esclusivamente imprenditoriale;

Scarica qui documento ufficiale

 

 

Misura dell’imposta

La misura della tassa di soggiorno a Roma varia a secondo della tipologia di struttura ricettiva, ecco di seguito gli importi al giorno (per un massimo di 10 giorni) per persona suddivisi per categoria:

  • € 2,00 al giorno per i Campeggi;
  • € 4,00 al giorno per Agriturismi e Residenze Turistiche Alberghiere;
  • € 3,50 al giorno per B&B, Guest House e Affittacamere;
  • € 3,50 al giorno per le Case e Appartamenti per le vacanze,  nelle Case per Ferie e Ostelli;

Per gli Alberghi bisogna distinguere in base al numero di stelle della struttura:

  • € 3,00 al giorno per gli Alberghi ad 1 stella;
  • € 3,00 al giorno per gli Alberghi a 2 stelle;
  • € 4,00 al giorno per gli Alberghi a 3 stelle;
  • € 6,00 al giorno per gli Alberghi a 4 stelle;
  • € 7,00 al giorno per gli Alberghi a 5 stelle o superiori;

 

 

Metodi di Pagamento

Il Comune di Roma accetta i seguenti metodi di pagamento:
– modello F24 – Codici tributo ed istruzioni sono presenti nella Risoluzione Ministeriale n. 74/E del 26 luglio 2011.

– conto corrente postale n. 9321619 – intestato a ROMA CAPITALE – Contributo di soggiorno, viale Ostiense 131-L 00154 – ROMA

– bonifico bancario su IBAN IT-79-R-07601-03200-000009321619 – SWIFT BPPIITRRXXX

– rid on-line (solo per coloro che hanno aderito al servizio entro il 15 marzo 2016)

– tabaccai e le ricevitorie autorizzate SISAL

– ATM (bancomat) del Gruppo Banca Monte Paschi di Siena e Unicredit Banca

– presso le 80 delegazioni ACI di Roma utilizzando anche il bancomat o la carta di credito.

 

Per ulteriori informazioni relative alla tassa di soggiorno Roma si consiglia di visitare il sito istituzionale al seguente link:

Regolamento Contributo di Soggiorno Comune di Roma