Codice CIS Regione Puglia

 

Approvato il Codice Identificativo di Struttura dalla Regione Puglia in attuazione della legge regionale n. 57/2018, integrativa della precedente legge n. 49/2017 in materia di comunicazione dei prezzi e dei servizi delle strutture turistiche ricettive.

E’ stato stabilito l’obbligo di indicare e di pubblicare il Codice identificativo di struttura (CIS) per ogni singola unità ricettiva pubblicizzata, a decorrere dal 1 giugno 2020 e le sanzioni pecuniarie prevista vanno da un minimo di 500 a un massimo di 3000 euro.

In quest’ottica è stato istituito il Registro regionale delle strutture ricettive non alberghiere che attribuisce il “Codice identificativo di struttura” (Codice CIS).

 

Come Funziona

Il CIS è stato istituito per regolamentare il settore turistico extra alberghiero e permetterà di semplificare i controlli da parte delle Autorità.

Le strutture ricettive extra alberghiere dovranno indicare il CIS in occasione di ogni iniziativa di pubblicità, promozione e commercializzazione dell’offerta, con scritti o stampati o supporti digitali e con qualsiasi altro mezzo all’uopo utilizzato.

Anche i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, nonché quelli che gestiscono portali telematici (Airbnb o Booking ad esempio), e che pubblicizzano, promuovono o commercializzano le attività delle strutture suddette dovranno pubblicare il CIS sugli strumenti utilizzati.

 

Sanzioni

Fatta salva l’applicazione delle sanzioni penali o amministrative previste da altre disposizioni di legge, i soggetti che non ottemperano correttamente all’obbligo di indicare il CIS o lo riportano in maniera errata o ingannevole rischiano una sanzione pecuniaria da euro 500 a euro 3.000 per ogni attività pubblicizzata, promossa o commercializzata.

Qualora siano gli intermediari o i gestori di portali telematici a non ottemperare correttamente all’obbligo, la sanzione pecuniaria andrà da euro 250 a euro 1.500 per ogni attività pubblicizzata, promossa o commercializzata.

 

Attività di Controllo

Le attività di controllo, di contestazione e di irrogazione delle sanzioni amministrative sono affidate ai Comuni territorialmente competenti, ferme restando la competenza dell’autorità di pubblica sicurezza e dell’autorità sanitaria nei relativi settori.

Spetta comunque alla Sezione regionale competente in materia di turismo e ai Comuni verificare il rispetto degli obblighi stabiliti dalla legge regionale anche attraverso il monitoraggio periodico e la verifica dei dati delle strutture ricettive e delle unità immobiliari offerte in locazione sui portali di prenotazione online.

 

Da quando

L’operatività del Registro e del CIS è rimasta bloccata a causa di un ricorso della Presidenza del Consiglio dei Ministri contro la legge regionale, ritenuta contrastare con le prerogative nazionali in materia di turismo.

La disputa, tuttavia, si è risolta nel mese di giugno 2019 con la desistenza dall’impugnativa, complice anche la sentenza della Corte Costituzionale che si è pronunciata su un’analoga impugnativa nei confronti del Codice CIR (Codice Identificativo di Riferimento) istituito dalla Regione Lombardia e ritenuto pienamente legittimo dalla Consulta.

Una conclusione che consentirà di riavviare il procedimento e rendere operativo l’obbligo delle strutture ricettive a partire dal mese di Giugno 2020.

 

Come Fare su PayTourist

PayTourist è già pronto! Non appena chiarite da parte della Regione Puglia le modalità per il rilascio e l’ottenimento del CIS, potrete inserire il vostro codice nella sezione “Struttura -> Info” all’interno dell’area riservata di PayTourist, aggiornare i dati della struttura (nel campo “Codice Licenza Regionale”) e cliccare sul pulsante “Modifica”.

Attualmente tutte le tipologie di strutture ricettive hanno l’obbligo normativo, come da Regolamento Comunale,  di inserire il Codice Identificativo rilasciato da PayTourist nelle loro inserzioni online.

Non appena la normativa Regionale troverà applicazione operativa, le strutture ricettive che hanno il loro codice CIS potranno utilizzare il solo codice regionale senza ricopiare nuovamente il codice di PayTourist.

Saranno i nostri sistemi ad associare i due codici in modo automatico.

Per tutte le altre tipologie di strutture ricettive alberghiere, per le quali non è previsto l’utilizzo del codice CIS a livello regionale, dovranno continuare ad utilizzare il Codice Identificativo rilasciato da PayTourist.

Per qualsiasi approfondimento in merito puoi aprire un ticket nel nostro centro assistenza al seguente link -> Apri Ticket